Home | Chi siamo | Contatti | Abbonati | Accedi
 

 

 


TUMORI DEL FEGATO: NUOVA METODICA DI CURA SENZA CHIRURGIA

28/10/2013|EDITORIALE
Un'evoluzione della tecnica standard della termoablazione a radiofrequenza permetterà ai pazienti di evitare l'intervento chirurgico. A Pavia innovativa tecnica mininvasiva che utilizza un nuovo elettrodo a radiofrequenza.
Si tratta di un’evoluzione della tecnica standard oggi in uso, della termoablazione a radiofrequenza e che ugualmente non necessita di chirurgia e viene effettuata con un’anestesia di breve durata.

Una sorta di ago elettrodo viene introdotto, sotto guida ecografica, direttamente all’interno del tumore, i cui tessuti vengono necrotizzati . “I vantaggi di questa metodica, rispetto alla radiofrequenza sono la possibilità di trattare lesioni più voluminose in un intervallo di tempo minore e la maggiore efficacia anche ai margini della lesione tumorale”, ha spiegato Guido Poggi, responsabile dell’unità di Oncologia dell’Istituto di Cura Città di Pavia. “Con le tecniche precedenti infatti, il calore che necrotizza il tumore tendeva a essere disperso dal flusso di sangue nei tessuti circostanti; l’intensità e la maggiore capacità di diffusione delle microonde ci consentono invece di agire in maniera ottimale sia nel “centro” che nella “periferia” della neoplasia.”

I risultati della casistica sono stati recentemente presentati al convegno internazionale “International Oncology Sans Frontières” e sono incoraggianti:
• la metodica di termoablazione con le microonde è estremamente promettente in termini di efficacia e di tollerabilità.
• L’intervento, la cui durata varia mediamente da 15 a 30 minuti, prevede per il paziente ricoveri brevi e può essere ripetuto in sedute successive nel caso della comparsa di nuove lesioni.

Fondamentale è la scelta del tipo di trattamento a seconda della caratteristiche del tumore e delle condizioni del paziente, nonché l’esperienza dell’operatore, al fine di garantire un’efficace alternativa terapeutica ai malati oncologici.
Un’altra terapia efficace si affianca oggi alla Chemioembolizzazione Trans Arteriosa Epatica (TACE). I trattamenti TACE rappresentano una strategia terapeutica mininvasiva per i tumori epatici e consistono nel veicolare direttamente all’interno del tumore i farmaci chemioterapici provocandone la necrosi.
 

 

ARCHIVIO EDITORIALE

IL CASO : COSA E’ IL METODO STAMINA ?
Il metodo Stamina è un trattamento terapeutico a base di cellule staminali inventato da Davide Vannoni, presidente e fon..
TUMORI DEL FEGATO: NUOVA METODICA DI CURA SENZA CHIRURGIA
Un'evoluzione della tecnica standard della termoablazione a radiofrequenza permetterà ai pazienti di evitare l'intervent..
CANCRO DEL PANCREAS : DA UN TEST DEL SANGUE DIAGNOSI PRECOCE
La scoperta potrebbe rivoluzionare i protocolli di screening di questa malattia che uccide fino al 95 % dei pazientii. L..
Dodici anni di Lea. Rapporto Ministero Salute 2001-2012. Calano vaccinazioni antinfluenza. Ancora pochi screening. Migliora la domiciliare ma poche residenze per anziani e disabili
Restano stabili le vaccinazioni per i bambini, mentre diminuisce il ricorso al vaccino antinfluenzale tra gli anziani. C..



@2014 vidimura science All rights reserved . Powered SVWEB